AIF ATTIVITÀ


L'IMPEGNO DI AIF

AIF tutela le imprese specialistiche (CAT. SOA OS21) soggette a particolari e continui investimenti sia in attrezzature che in personale;

AIF si impegna a sostenere ed introdurre nel sistema normativo di qualificazione vigente quelle modifiche necessarie a garantire una selezione basata:

  • sul reale possesso delle specifiche attrezzature;
  • sulla presenza nell’organico di personale specializzato in possesso dei necessari attestati di professionalità;

 

AIF si adopera per una rivisitazione dei criteri di attribuzione delle qualifiche SOA attraverso elementi oggettivi di qualificazione che solo il possesso di mezzi propri, l’assunzione a tempo indeterminato di maestranze e la diretta esecuzione di lavori analoghi;

  • Eliminare la piaga del subappalto generalizzato (e ben oltre i limiti consentiti dalla vigente normativa);
  • Conferire al contratto di subappalto una dignità normativa

 

AIF si impegna per l’istituzione di un contratto subappalto che garantisca il trasferimento dall’impresa appaltante al subappaltatore degli oneri contrattuali, impedendo condizioni vessatorie sia di carattere tecnico che economico.

AIF si impegna per la garanzia di pagamento diretto dell’amministrazione al subappaltatore anche nel caso di insolvenza legate a procedure concordatarie e/o fallimentari dell’appaltatore lasciando all’ente appaltante l’onere di inserirsi nella procedura fallimentare;

AIF si impegna per premiare il lavoro a discapito della mera intermediazione finanziaria con le conseguenti positive ripercussioni sulla sicurezza dei lavoratori e sulla limitazione delle infiltrazioni della criminalità organizzata.

AIF porta avanti una politica di riforma normativa, volta ad ottenere più eque condizioni contrattuali (contratto di subappalto) e maggiori garanzie sul fronte della qualificazione, allo scopo di restituire alle imprese specializzate nei lavori del sottosuolo la dignità che gli spetta e che, invece, è troppo spesso offuscata dai così detti intermediari economici che nulla hanno a che vedere con le reali aziende edili qualificate.

Il quadro legislativo in materia di lavori pubblici, è complessivamente penalizzante per le imprese della categoria, che sovente lavorano in subappalto.

Esistono infatti: forti squilibri nel rapporto con i committenti; disparità di trattamento tra appaltatore e subappaltatore (contratto di subappalto); regole poco chiare, che spesso producono disfunzioni del mercato, consentendo l’esecuzione di lavorazioni altamente specializzate a soggetti non adeguatamente qualificati e strutturati in termini di attrezzature e personale.

AIF valuta ogni possibile nuovo spazio d’intervento, per le imprese del settore, dedicando particolare attenzione anche alle varie forme di aggregazione tra imprese, come le “associazioni temporanee” e i “consorzi stabili”.

Il mercato dipende in larga parte dalla normativa che regola gli appalti pubblici.

In tale quadro AIF si adopera per approfondire tutte le possibili prospettive di mercato, sia con riferimento a quello delle opere ordinarie che a quello delle opere strategiche.

AIF favorisce ed attua progetti di formazione e aggiornamento professionale del le risorse umane che operano presso le imprese associate. Inoltre, grazie anche a un positivo confronto con le realtà sindacali, AIF promuove il miglioramento continuo delle condizioni di lavoro, sia in termini di sicurezza che di innovazione.

AIF è attivamente impegnata per una migliore qualificazione del personale specializzato.

PATENTINO OPERATORI MACCHINE COMPLESSE

Tra i progetti formativi promossi da AIF in collaborazione con il FORMEDIL (Ente nazionale per la formazione e l'addestramento professionale nell'edilizia), c’è il Patentino operatori macchine complesse (art. 77 CCNL edili) che rappresenta un importante obiettivo raggiunto dalle imprese edili specializzate.

Il «Patentino» per operatori di macchine complesse nasce in Italia nel 2008 dalla necessità di qualificare e certificare gli operai specializzati del settore delle opere speciali (fondazioni, consolidamenti, indagini nel sottosuolo) al fine primario di migliorare le condizioni di sicurezza degli addetti ai lavori e nello stesso tempo di responsabilizzare verso la conoscenza ed il rispetto delle regole basilari della tutela dei lavoratori.

AIF ha come obiettivo principale quello di rappresentare il settore con competenza e serietà, garantendo alle imprese specializzate nei lavori del sottosuolo un peso crescente nel mercato.

AIF opera per restituire agli specialisti del settore una maggiore dignità, la dignità che compete a chi esegue lavorazioni altamente specializzate, che richiedono ingenti investimenti ed elevati livelli di professionalità e che, invece, le attuali regole del mercato tendono ad offuscare.

Per far sentire chiara e forte la propria voce, AIF ha bisogno però della collaborazione e dell’apporto di tutti.

Maggiori saranno le imprese rappresentate da AIF, maggiori saranno gli obiettivi raggiungibili nell’interesse della categoria.

Per cogliere le prospettive del mercato è necessaria la partecipazione di tutti i soggetti interessati.

Per questo è necessario unire le nostre forze in AIF, nella consapevolezza che l’impresa concorrente non è un “nemico” da combattere ma un valido alleato nei confronti del mondo esterno.

COME ASSOCIARSI AD AIF

L’impresa specialistica che intenda divenire socio AIF deve essere in possesso:

  • della categoria SOA OS21;
  • dell’iscrizione alla C.C.I.A.A;
  • della dotazione di strutture, di personale tecnico e di attrezzature tali da poter operare in sistema di qualità;

Il Consiglio Direttivo AIF analizza le domande di ammissione delle nuove imprese specialistiche che intendano divenire socie dell’Associazione, sulla base dei requisiti richiesti nel Regolamento dell’AIF stessa.

Per ulteriori informazioni sulle modalità di iscrizione non esitare a contattare la Segreteria AIF:

DOWNLOAD

Domanda iscrizione all’AIF 2022:

Download