SC-130 Tiger – SC 135 Tiger


Progetto di:

SOILMEC spa

Presentato

Parigi – Progetto Grand Paris

Settore di utilizzo:

Idrofrese SC-130 e SC 135Tiger per la costruzione delle paratie profonde delle stazioni e dei pozzi di scambio, una macchina in grado di offrire elevate produzioni e accurata verticalità nella costruzione dei diaframmi…

Descrizione:

Una delle grandi sfide delle aree metropolitane moderne è ridurre le distanze sociali ed economiche che separano il centro dalla periferia. Il progetto Grand Paris fa parte di un mega piano regolatore che intende trasformare l’area e il tessuto economico dei comuni che rientrano nella regione parigina trasformandola cosi in una metropoli policentrica di oltre dieci milioni di abitanti.
Il cuore del progetto è il Grand Paris Express, una super-metropolitana con un investimento di circa 35 miliardi di euro che avrà il compito di collegare quasi tutti i comuni dell’Île-de-France. L’ambizione è quella di offrire una alternativa alle autovetture, riducendo l’inquinamento, e allo stesso tempo allargando la città; nasceranno cosi nuovi quartieri intorno alle stazioni e si assisterà ad una riqualificazione delle zone periferiche.
I numeri del progetto sono impressionanti: quattro nuove linee metropolitane che si estenderanno per oltre 200 km e 68 nuove stazioni che serviranno ogni giorno 2 milioni di passeggeri. Vista la vastità e complessità dei lavori sono impegnate un grandissimo numero di attrezzature: TBM, escavatori, perforatrici, gru etc…

In particolare, per la costruzione delle paratie profonde delle stazioni e dei pozzi di scambio, la scelta è andata su una macchina in grado di offrire elevate produzioni e accurata verticalità nella costruzione dei diaframmi: l’idrofresa.

Nei primi mesi del 2019 sono state vendute e inviate a Parigi tre idrofrese Soilmec, scelte per le loro caratteristiche di efficienza, prestazionalità e ridottissima rumorosità.
La SC-135 Tiger e la SC-130 Tiger rappresentano appieno il livello di eccellenza raggiunto da Soilmec spa grazie alla grande esperienza conseguita in questo settore nei cantieri di tutto il mondo.

Le idrofrese sono macchine dotate di un impianto potente che consente di raggiungere grandi profondità di scavo pur mantenendo una ottima verticalità. L’originale impianto idraulico sviluppato da Soilmec evita possibili contaminazioni da parte del fango bentonitico, aumentandone l’efficienza e l’affidabilità.

Entrambe le macchine sono state concepite per rendere facili e veloci le attività di manutenzione, garantendo allo stesso tempo i migliori standard di sicurezza per il personale. Set di videocamere per un controllo a 360°, piattaforme complete di corrimano, punti di accesso per ogni livello, radiocomando per eseguire le operazioni principali di montaggio / smontaggio e manutenzione sono solo alcune delle caratteristiche introdotte in queste macchine.

Gli avvolgitori, posizionati sopra al corpo macchina, consentono di poter scavare ben oltre i 100 metri e la possibilità di ruotare il modulo di 90° fa si che la realizzazione di pannelli a T diventi estremamente semplice e rapida.

Il sistema di controllo della verticalità è di ultima generazione ed è stato sviluppato interamente da Soilmec nell’ambito del progetto DMS (Drilling Mate System). Questo sistema si basa sull’utilizzo di inclinometri a doppio o triplo asse che comandano, quando necessario, l’azionamento di flaps idraulici per correggere possibili deviazioni dalla verticalità.

Il sistema è stato utilizzato dal Gruppo Trevi per raggiungere la profondità record di 250 metri e permette la visualizzazione in cabina dei parametri di scavo, la loro registrazione e la trasmissione in tempo reale all’ufficio di direzione lavori.

Stefano Cordella, responsabile commerciale Soilmec “Avere tre macchine che lavorano a Parigi in cosi pochi mesi è per noi un motivo di grande orgoglio sia per il ruolo strategico che il progetto riveste sia per il riscontro che stiamo ricevendo da parte di operatori e clienti sulle prestazioni, facilità d’uso e affidabilità delle macchine. Il successo in Europa va a confermare le ottime risposte che stiamo ricevendo dal mercato dell’Asia per questo prodotto e ci fa ben sperare per gli anni futuri”.

La SC-135 Tiger con il doppio sistema idraulico è il miglior esempio dell’attenzione rivolta dai progettisti della Soilmec a realizzare prodotti affidabili e sicuri. Inoltre la particolare insonorizzazione contribuisce a farne una scelta vincente nei cantieri di città”.

La SC-130 Tiger è la novità dell’anno, presenta un design estremamente compatto che la rende ideale ad aree di lavoro particolarmente congestionate”

www.soilmec.com