INIEZIONI

image_pdfimage_print

Le iniezioni costituiscono una tecnica atta a modificare le caratteristiche meccaniche (resistenza e deformabilità) e le caratteristiche idrauliche (permeabilità) di terreni porosi e di rocce fessurate o fratturate, o aventi cavità di varie dimensioni, per effetto dell’immissione di idonee miscele, attraverso fori di piccolo diametro.

Tali miscele sono dei fluidi (sospensioni, soluzioni, emulsioni) dotate di proprietà reologiche evolutive, inizialmente idonee alla penetrazione del mezzo poroso o fratturato, e che raggiungono in seguito le caratteristiche adeguate agli scopi del trattamento.
I terreni iniettabili comprendono i terreni alluvionali o detritici, fino ad un certo limite di permeabilità (dalle ghiaie alle sabbie fini) e le rocce (da carsiche a microfessurate).
 
I trattamenti possono definirsi di:

  • Impregnazione, quando tendono a riempire i vuoti dei terreni sciolti porosi;
  • Intasamento, quando tendono a riempire fratture o cavità della roccia;
  • Ricompressione, quando tendono a formare, nei terreni fini, un reticolo di lenti resistenti e scarsamente deformabili, ottenuto per fratturazione idraulica (claquage).
 
Le miscele di iniezione consistono in:

  • Sospensioni di un legante idraulico in acqua con eventuali additivi stabilizzanti (miscele cementizie),
  • Soluzioni colloidali, ottenute sciogliendo in acqua colloidi puri (silicato di sodio) ed utilizzando reagenti organici (acetato di etile);
  • Soluzioni pure inorganiche, costituite da soluzioni acquose di silice pura con impiego di reagenti.
In relazione alla penetrabilità ed alla stabilità le sospensioni cementizie si definiscono:

  • Miscele cementizie instabili, costituite da miscele binarie, nelle quali la fase solida tende a sedimentare con rilevante cessione di acqua libera (bleeding);
  • Miscele cementizie stabili, costituite da miscele ternarie (acqua cemento bentonite) o da miscele binarie corrette con additivi disperdenti e stabilizzanti;
  • Miscele con cementi microfini, costituite da miscele binarie, con impiego di cementi e additivati.