Richiesta EFFC per un’azione dell’UE e dei governi sul COVID-19

Riteniamo utile condividere le istanze della Federazione europea #EFFC della quale #AIF è parte come componente per l’Italia per combattere la crisi causata dal COVID19…

EFFC scrive….

“In risposta all’attuale crisi del COVID 19, la principale preoccupazione dell’EFFC (European Federation of Foundation Contractors) è quella di proteggere i nostri operai edili. Ci aspettiamo che i membri della federazione seguano tutte le pertinenti linee guida del governo nazionale in materia di distanziamento sociale, viaggi, alloggio e precauzioni in loco, come l’uso di DPI aggiuntivi.

Dal punto di vista finanziario, questo è un momento incredibilmente difficile per l’industria delle costruzioni. Mentre molti progetti stanno riprendendo dopo periodi di blocco forzati, è ampiamente previsto che l’edilizia privata rallenterà significativamente nei prossimi mesi.

Come federazione europea chiediamo ai governi e ai committenti di tutta Europa di sostenere l’industria delle costruzioni durante questa recessione causata dal Covid-19.
È fondamentale che i flussi di cassa attraverso la catena di approvvigionamento garantiscano gli appaltatori per l’limitare i fallimenti e continuare a investire nelle persone, nelle competenze, nelle attrezzature e nell’innovazione necessarie per opere di costruzione di alta qualità ed efficienti.

Esortiamo i governi a risolvere prontamente i problemi relativi ai progetti di infrastrutture pubbliche in modo che possano continuare senza indugio. Inoltre, aiuterebbe l’industria se i progetti pubblici programmati per il futuro siano avviati quanto prima. Ciò contribuirà in modo significativo a mantenere il settore finanziariamente stabile.

Chiediamo ai governi di introdurre requisiti legali per i committenti per fornire adeguate estensioni del tempo ed essere ragionevoli in merito agli obblighi contrattuali di perdita di tempo e aumento dei costi derivanti dal cambiamento delle pratiche di lavoro dettate dalla pandemia di Covid-19.

Infine, mentre la EFFC comprende che la circolazione delle persone deve essere temporaneamente limitata, vorremmo sottolineare che la mobilità dei nostri lavoratori è parte integrante del nostro settore. Per noi è fondamentale che i governi europei diano la priorità all’implementazione di test sicuri e metodi di viaggio in modo da consentire un rapido riavvio dei viaggi attraverso le frontiere in modo da ridurre al minimo i danni al settore delle costruzioni.”

 

Per leggere la versione ufficiale segnaliamo il link diretto della EFFC

https://www.effc.org/news/effc-call-for-eu-and-governmental-action-on-covid-19/