SISTRI in vigore dal 1 febbraio 2015

image_pdfimage_print

In vigore dal 1/2/2015 le sanzioni amministrative previste dal Codice dell’ambiente relative all’omessa iscrizione al Sistri e al mancato pagamento del contributo annuale. Resta per il momento confermato, lo slittamento al 31/12/2015 dell’entrata in vigore delle sanzioni relative all’operatività del sistema Sistri…

Dal 1 febbraio 2015 entrano in vigore le sanzioni previste dall’art. 260 bis del D.Lgs. 152/2006 (Codice dell’ambiente)relative all’omessa iscrizione al SISTRI e al mancato pagamento del contributo annuale. Al riguardo, si ricorda che si tratta di sanzioni amministrative pecuniarie il cui importo, nel caso di rifiuti pericolosi, può arrivare fino a 93.000 euro.

Per quanto riguarda, invece, le sanzioni relative all’operatività del sistema SISTRI, il decreto legge 192/2014 (cd. “milleproroghe”) ha prorogato la loro entrata in vigore sino al 31 dicembre 2015 ed ha disposto che durante questo periodo continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi tradizionali per la gestione dei rifiuti, quali il registro di carico e scarico e il formulario di identificazione dei rifiuti, nonché il relativo regime sanzionatorio.


Contributi Sistri: allo studio del Ministero procedure per la restituzione
Il Ministero dell’Ambiente sta predisponendo un piano di intervento finalizzato alla restituzione/ compensazione dei contributi SISTRI corrisposti dalle imprese negli anni 2010, 2011 e 2012: a riferirlo è stato il sottosegretario di Stato per l’ambiente rispondendo ad una interrogazione parlamentare relativa al funzionamento del sistema di tracciabilità dei rifiuti.
Nell’ottobre del 2013, infatti, il Governo si è impegnato, accogliendo un ordine del giorno, ad adottare un piano per la restituzione di “ogni onere versato a titolo di contributi di iscrizione al SISTRI” (O.d.G. n. 9/01682A/077).
Il sottosegretario ha, inoltre, dichiarato che il Ministero dell’ambiente ha affidato alla Consip l’individuazione delle modalità e delle condizioni per la concessione della gestione del servizio, definite le quali si procederà alla pubblicazione del relativo bando.