Nuove Linee guida ANAC “criteri reputazionali qualificazione imprese”

image_pdfimage_print

Il nuovo «Codice dei contratti pubblici», D.lgs. n. 50/2016, prevede un sistema di attuazione basato sulla soft-regulation, affidato all’ANAC e ai ministeri competenti…

L’Autorità Nazionale Anticorruzione dopo aver avviato una prima consultazione, con la pubblicazione delle prime linee guida, ha messo on-line altre 3 linee guida.

  1. Linee guida per l’indicazione dei mezzi di prova adeguati e delle carenze nell’esecuzione di un precedente contratto di appalto che possano considerarsi significative per la dimostrazione delle circostanze di esclusione di cui all’art. 80, comma 5, lett. c) del Codice;
  2. Criteri reputazionali per la qualificazione delle imprese;
  3. Linee guida sui sistemi di monitoraggio delle amministrazioni aggiudicatrici sull’attività dell’operatore economico nei contratti di partenariato pubblico privato.

La consultazione è libera e possono essere inviati contributi entro il 27 giugno p.v.

Informazioni e consultazione al seguente link diretto dell’Autorità Nazionale Anticorruzione.

Si rende inoltre noto che sempre a seguito dell’entrata in vigore del d.lgs. n. 50/2016, ANAC ha ricevuto numerose richieste di chiarimenti in relazione all’applicazione delle disposizioni del nuovo Codice e alla disciplina applicabile nel periodo transitorio.

Al fine di fornire una risposta tempestiva ed esauriente ai numerosi quesiti pervenuti, l’Autorità ha ritenuto di predisporre apposite FAQ al seguente link Indicazioni operative periodo transitorio.


Rassegna Stampa “Niente gare senza rating di impresa” – Edilizia e Territorio