Sorgente-Rizziconi: il nuovo ponte elettrico sotto lo Stretto di Messina

Il 28 maggio 2016 è stato inaugurato alla presenza del Presidente del Consiglio Renzi e dell’Amministratore delegato di Terna spa Matteo del Fante, l’elettrodotto “Sorgente Rizziconi” un’infrastruttura unica, tra le più innovative mai progettate e realizzate in ambito energetico…tra le imprese italiane che hanno svolto un fondamentale ruolo nella realizzazione di questa importante infrastruttura, troviamo un socio AIF, CIPA spa di Sorrento…

Il più lungo cavo elettrico sottomarino a corrente alternata al mondo, ben 38 Km, è stato posato fino a 370 m sotto il livello del mare.

L’infrastruttura, per un investimento di oltre 700 milioni di euro, si estende complessivamente per 105 km. Un ponte elettrico sotto lo Stretto di Messina, fondamentale per mettere in sicurezza la Sicilia evitando disservizi e per ridurre il costo dell’energia elettrica sull’isola, con un risparmio complessivo stimato per l’intero sistema elettrico italiano di oltre 600 milioni di euro l’anno. Un’infrastruttura che rispetta l’ambiente e che permetterà di evitare emissioni nell’atmosfera pari a 700 mila tonnellate di CO2 ogni anno.

Tracciato Sorgente_rizziconi Terna

Per il progetto, Terna spa, operatore italiano per la trasmissione dell’energia elettrica, ha investito, negli ultimi 5 anni, oltre 700 milioni di euro.

Sono state impegnate 150 aziende fra fornitori e realizzatori, di cui il 90% italiani, con un alto livello di tecnologia e qualificazione. Nel periodo sono stati complessivamente occupati più di 2.000 lavoratori…

Fonte Terna spa – maggiori info “Sorgente – Rizziconi

Tra le imprese italiane che hanno svolto un fondamentale ruolo nella realizzazione di questa importante infrastruttura, troviamo un’impresa associata AIF, la CIPA spa di Sorrento.

CAVIDOTTO PER IL COLLEGAMENTO IN SOTTERANEO CON CAVI AD ALTISSIMA TENSIONE (Favazzina-RC)

Il “Collegamento in sotterraneo tra la località di approdo di Favazzina dei cavi marini e la verticale della Stazione Elettrica di Scilla” è un’opera che è parte integrante del nuovo elettrodotto a 380 kV c.a. in doppia terna Sorgente-Rizziconi di collegamento tra la Sicilia e la Calabria.

Le opere consistono principalmente:

  • in una Galleria sub-orizzontale scavata a foro cieco (lunghezza 2.842 m)ed in un pozzo verticale di 300 m di profondità, che consentiranno di portare i cavi dall’approdo marino a Favazzina fino alla Stazione Elettrica di Scilla, posta alla quota di ca. 630 m sul livello del mare.

Il primo tratto di galleria di lunghezza pari a 100 m è scavato in tradizionale per consentire l’inserimento di una parte della TBM, doppio scudata del diametro di 4,115 m e per una lunghezza di 2323 m. nonché il superamento del sottopassaggio ferroviario e stradale e del primo tratto più superficiale di roccia allentata ed alterata.

La galleria sub-orizzontale presenta una pendenza longitudinale in salita del 12% a partire dall’ imbocco sul litorale di Favazzina. La galleria di lunghezza pari a circa 2.9 km attraversa per la quasi totalità della sua lunghezza il basamento cristallino-metamorfico dell’Arco Calabro.

CIPA Spa abbattimento Diaframma pozzo galleria

Fonte CIPA spa – abbattimento Diaframma Pozzo-Galleria

Il pozzo verticale parte all’interno della Stazione Elettrica di Meilia, di proprietà Terna spa, per ricongiungersi alla galleria.

Il pozzo è scavato in tradizionale con sfondi massimi pari a ca 2.00 m, per consentire l’immediata posa in opera del prerivestimento ed il sistema di drenaggio ed è caratterizzato da un’altezza di oltre 300 m e un diametro di scavo pari a 7 m….

Fonte CIPA SPA –  maggiori info www.cipaspa.it