Terzo Correttivo nuove norme per la qualificazione

image_pdfimage_print

Terzo Correttivo nuove norme per la qualificazione

Nota Ance 24/10/2008   n.2027

L`Autorita`, con il comunicato n. 54 dello scorso 15 ottobre, interpreta la disposizione riguardante la disciplina del sistema di qualificazione SOA, introdotta dal terzo decreto correttivo del codice dei contratti pubblici – (D.lgs. n. 152 dell`11 settembre 2008), in vigore dal 17 ottobre 2008 –  che all`art. 2, co. 1, lett. vv), punto 3). Si tratta di una norma di carattere transitorio che consente alle imprese di fare riferimento, fino al 31 dicembre 2010:* ai migliori cinque anni del decennio antecedente la data di sottoscrizione del contratto con la Soa,  per comprovare i requisiti attestanti capacita` economica e finanziaria, dotazione di attrezzature tecniche, organico medio annuo;

a tutto il decennio antecedente la data di detta sottoscrizione, per comprovare il requisito di idoneita` tecnica mediante i lavori eseguiti (importo complessivo e importi unitari dei lavori  realizzati in ciascuna categoria oggetto della richiesta).

* * * * * * *

Queste, in sintesi, le indicazioni fornite dall`Autorita` alle SOA nel comunicato n. 54,  con riferimento agli articoli  del DPR 34/2000 interessati dal “beneficio“ introdotto dalla novella norma.

REQUISITI DI ORDINE SPECIALE (art. 18 del DPR 34/2000)

* Cifra d`affari – Dotazione di attrezzature tecniche – Organico medio annuo – Il miglior quinquennio economico, scelto dall`impresa, deve essere unico: i valori di detti requisiti devono, pertanto, riferirsi tutti alle medesime annualita` scelte, anche non consecutive.

N.B. L`Autorita` richiama la massima attenzione sul fatto che la valutazione distinta dei singoli cinque anni migliori relativamente a ciascuno di questi tre requisiti  comporterebbe una modifica radicale dei criteri applicativi contenuti nel DPR 34, tale da stravolgere l`attuale sistema di qualificazione.

* Capacita` economica e finanziaria (art. 18, co. 2, lett. c) – Per i soggetti tenuti alla redazione del  bilancio, il capitale netto di valore positivo e` riferito all`ultimo bilancio approvato e depositato.  N.B. In ogni caso, per “ultimo bilancio“ non puo` mai intendersi   il “piu` recente“ dei bilanci utilizzati nell`ambito del miglior quinquennio prescelto.

* Attrezzatura tecnica (art. 18, co. 8) – Il valore degli ammortamenti, dei canoni di locazione  finanziaria e di noleggio e degli ammortamenti figurativi devono essere calcolati prendendo in  considerazione le relative quote ricadenti in ciascun anno del quinquennio prescelto.

* Costo del personale dipendente (art. 18, co. 11) – I versamenti effettuati all`INPS, all`INAIL e alle Casse Edili devono essere quelli relativi al quinquennio prescelto.
INCREMENTO CONVENZIONALE PREMIANTE (art. 19 del DPR 34/2000)

* Capitale netto (art. 19, co. 1, lett. a) – Limitatamente ai soggetti tenuti alla redazione del bilancio, il capitale netto, di valore positivo, e` riferito all`ultimo bilancio approvato e depositato.

* Indice di liquidita` (art. 19, co. 1, lett. b) – Deve riferirsi all`ultimo bilancio approvato e depositato.

* Reddito netto di esercizio (art. 19, co. 1, lett. c) – Deve essere di valore positivo in almeno due  esercizi tra gli ultimi tre e va desunto dagli ultimi tre bilanci  approvati e depositati.

* Cifra d`affari media annuale – E` la cifra di affari in lavori realizzata con attivita` diretta ed indiretta, svolta nei prescelti, migliori cinque anni del decennio, per un importo  non inferiore al 100% dell`importo richiesto nelle varie categorie (art. 18, co. 2, lett. b) del DPR  34).
VERIFICA TRIENNALE

L`Autorita` precisa che le disposizioni del terzo decreto correttivo non si applicano alla verifica triennale delle attestazioni gia` rilasciate e vigenti alla data del 17 ottobre 2008.

Pertanto, per la dimostrazione dei requisiti richiesti in sede di verifica, occorre fare riferimento esclusivamente al quinquennio antecedente la data di scadenza del termine triennale e non ai cinque migliori anni dell`ultimo decennio.

* * * * * * *

Applicazione delle nuove disposizioni ai contratti di attestazione in corso,  per i quali non sia stata ancora rilasciata l`attestazione alla data di entrata in vigore del terzo decreto correttivo (17 ottobre 2008). Possibilita` di stipulare contratti integrativi sulla base della nuova normativa

 

* Contratti di attestazione in corso al 17 ottobre 2008

Le imprese interessate devono richiedere espressamente alla SOA di applicare la norma transitoria. In tal caso, la SOA deve effettuare la traslazione, ad ogni effetto di legge, della data di stipula del  contratto in corso al 17 ottobre 2008 e, quindi, il decennio (lavori) e il miglior quinquennio (cifra  d`affari, attrezzature tecniche, organico medio annuo) sono entrambi riferiti al decennio antecedente  tale data.

* Attestazioni gia` rilasciate al 17 ottobre 2008

Le imprese possono fare richiesta di variazione di classifiche e/o di integrazione di categorie –  “beneficiando“ del maggiore arco temporale e senza dover procedere ad un rinnovo completo  dell`attestazione – utilizzando i lavori eseguiti nell`ultimo decennio antecedente la data della  richiesta stessa, a condizione che rimanga invariato il quinquennio economico di riferimento, ossia i requisiti (cifra d`affari, costo delle attrezzature e costo del personale) posseduti dall`impresa in  sede di rilascio dell`attestazione originaria.

In tal caso, l`attestazione con le intervenute variazioni e/o integrazioni mantiene la scadenza  originaria e l`impresa deve versare alla SOA il corrispettivo determinato secondo le formule CNC  (Corrispettivo Nuova Categoria) e CIC (Corrispettivo Incremento Classifica) di cui all`allegato “E“ del DPR 34.

Resta ovviamente ferma la possibilita` per le imprese di procedere al rinnovo dell`attestazione utilizzando i criteri previsti dalla norma transitoria. La nuova attestazione avra` scadenza quinquennale, salvo verifica triennale, secondo le regole generali.