Antimafia

image_pdfimage_print

Antimafia

COMUNICATO STAMPA

Procura Nazionale Antimafia – Ance
per la lotta alla mafia

Stilato un elenco di buone prassi per tutelare cittadini e imprese

Il Procuratore Nazionale Antimafia Pietro Grasso e il Presidente dell’Ance Paolo Buzzetti, nell’ambito della collaborazione avviata in questi ultimi mesi, si sono incontrati oggi 20 maggio 2009 presso la DNA ed hanno concordato azioni e modalità di intervento per la sicurezza del territorio e la tutela delle imprese dalle pressioni della criminalità organizzata.

La Procura Nazionale Antimafia e l’Ance rilevano la necessità:

di costituire presso tutte le Prefetture elenchi di fornitori, non soggetti al rischio di inquinamento mafioso, cui potranno rivolgersi le imprese esecutrici, cosi` come gia` approvato in Commissione al Senato per quanto riguarda la ricostruzione post-terremoto in Abruzzo;

– di definire schede aventi il fine di garantire la tracciabilità dei pagamenti con riguardo ai lavori pubblici;

– di prevedere la registrazione dei numeri di targa degli automezzi adibiti al trasporto dei materiali per l’attivita` dei cantieri, al fine di rendere facilmente individuabile la proprieta` degli stessi automezzi;

– di definire criteri omogenei per il cartellino identificativo degli addetti presenti nei cantieri, quali le generalita` del lavoratore, la ditta di appartenenza, la data di assunzione e fotografia, al fine di intensificare la lotta al caporalato ed al lavoro sommerso.

Obiettivo di tali modalita` e` rendere piu` efficace l’azione preventiva delle istituzioni preposte alla sicurezza del territorio e tutelare dalla pressione della malavita organizzata le imprese che operano correttamente nel settore delle costruzioni.

La collaborazione tra imprese e Istituzioni puo`, in questo modo, concretizzarsi in un quadro certo di regole e responsabilita`, in cui ciascuno svolge con consapevolezza la propria parte.

20 maggio 2009