Infrastrutture

image_pdfimage_print

Infrastrutture

Per ridurre l’impatto della crisi economica gli Stati Uniti, la Cina e la maggior parte dei paesi dell’Unione europea stanno puntando con decisione sul ruolo anticiclico delle infrastrutture.Ma l’ottica non è solo anticongiunturale: l’obiettivo è quello di rilanciare la crescita e la competitività per il medio-lungo periodo. E questo significa, in primo luogo, garantire finanziamenti adeguati alle necessità dei diversi paesi.

Su questo fronte, come emerge dal Secondo Rapporto Ance sulle infrastrutture in Italia, il nostro Paese si posiziona da tempo in fondo alla classifica europea.

La spesa relativa agli investimenti fissi, che riguarda principalmente le infrastrutture, in Italia si attesta infatti al 2,2% del Pil, contro il 2,5% della media dell`area euro.

La spesa italiana è nettamente inferiore a quella di Francia (3,2%), Spagna (3,8%), Irlanda (5,4%), Slovenia (4,2%) e Paesi Bassi (3,3%).

In Allegato il Comunicato Stampa ANCE e la sitesi dello studio

 

COMUNICATO STAMPA ANCE

 

SINTESI STUDIO