Project Financing

image_pdfimage_print

Project Financing

PremessaNell`intento di fornire alle Amministrazioni ed alle imprese  uno strumento operativo per risolvere problemi interpretativi riguardanti le nuove procedure del project financing e per le modalita` di redazione degli studi di fattibilita`, l`Autorita` per la vigilanza sui contratti pubblici ha pubblicato, lo scorso14 gennaio, la Determinazione n. 1 recante le “Linee guida sulla finanza di progetto dopo l`entrata in vigore del terzo decreto correttivo al Codice dei contratti pubblici (D. Lgs. 152/2008).“ (NEWS ANCE n. 81 del 26 gennaio 2009).

* * * * * * *

In occasione della tavola rotonda sul project financing – “Regole ed efficienza per la modernizzazione dei contratti pubblici“ – che si e` svolta a Roma, nello scorso mese di maggio, organizzata dall`Autorita`, il Presidente Giampaolino ha presentato le linee guida per la redazione dei bandi tipo e le indicazioni per la valutazione delle offerte economicamente piu` vantaggiose di interventi in project financing.

L`Autorita` ha inteso cosi` contribuire direttamente a facilitare l`utilizzo della finanza di progetto, a seguito delle innovazioni introdotte dal terzo decreto correttivo al Codice degli appalti, fornendo dapprima, come anzidetto,  le “Linee guida…“ contenute nella Determinazione n. 1/2009, e mettendo ora a disposizione degli operatori del settore (Stazioni appaltanti, imprese, professionisti) le “Procedure di cui all`articolo 153 del Codice dei contratti pubblici: linee guida per i documenti di gara“  (Determinazione n. 3 del 20 maggio 2009) e le “Linee guida per l`utilizzo del criterio dell`offerta economicamente piu` vantaggiosa nelle procedure previste dall`articolo 153 del Codice dei contratti pubblici“ (Determinazione n. 4 del 20 maggio 2009).

                          * * * * * * *

 

Determinazione n. 3 – Procedure di cui all`articolo 153 del Codice dei contratti pubblici: linee guida per i documenti di gara.

L`Autorita` ha deliberato di fornire un ulteriore contributo di studio sulla nuova disciplina, attraverso la redazione di modelli di documenti di gara che possano fornire linee guida alle Stazioni appaltanti per l`affidamento delle concessioni in project financing.

In particolare, si tratta dei modelli della documentazione da allegare al bando di gara per la procedura aperta (disciplinare di gara) e ristretta (norme integrative del bando di gara e lettera di invito). La documentazione e` stata predisposta sia per la procedura a gara unica ex articolo 153, commi 1-14, sia per la procedura a doppia gara, ex articolo 153, comma 15 (prima e seconda fase) del Codice

I modelli proposti dall`Autorita` sono da considerare uno strumento concreto per il rilancio del settore dei contratti pubblici ed un utile riferimento per le  Stazioni appaltanti, che vengono in tal modo guidate e sostenute nel complesso iter procedurale dell`affidamento delle concessioni in project financing.

Detti modelli potranno essere adattati dalle Stazioni appaltanti alle proprie esigenze ed alle specificita` dell`opera da realizzare; occorre, tuttavia, tenere presente che dovranno essere ovviamente aggiornati al nuovo regolamento in corso di approvazione, o corretti, qualora in sede di prima applicazione dovessero emergere criticita`.

* * * * * * *

Determinazione n. 4 – Linee guida per l`utilizzo del criterio dell`offerta economicamente piu` vantaggiosa nelle procedure previste dall`articolo 153 del Codice dei contratti pubblici.

Occorre premettere che l`Autorita` nella determinazione n. 5/2008 ha gia` delineato quali siano le condizioni che, negli appalti di lavori pubblici, suggeriscono l`utilizzo del criterio dell`offerta economicamente piu` vantaggiosa. Ora, con la Determinazione n. 4, l`Autorita` – al fine di agevolare le Stazioni appaltanti nell`utilizzo di tale criterio, nell`ambito delle procedure di aggiudicazione previste  dall`articolo 153 del Codice – ha deliberato di approntare le linee guida, con le quali si forniscono indicazioni circa gli aspetti giuridici ed operativi maggiormente problematici di tale criterio di aggiudicazione.  

Nota Ance 10/06/2009   n.695