INFRASTRUTTURE

image_pdfimage_print

INFRASTRUTTURE

Un vagone di un treno merci fuori dai binari sulla Bologna-Firenze. Circolazione bloccata per l’intera giornata.Il ritorno alla normalità, su una delle tratte ferroviarie più congestionate e nevralgiche del paese (vi circolano circa 270 treni al giorno), è previsto per oggi.Dal prossimo 13 dicembre, con l’apertura della nuova linea ad Alta velocità Bologna-Firenze e la possibilità di viaggiare con il Freeciarossa da Roma a Milano in sole tre ore, un inconveniente come quello accaduto ieri non potrà più verificarsi.
Se ci sarà un intoppo sulla lirica storica, ciò non avrà alcuna conseguenza per la circolazione sui nuovi binari superveloci.

Basterebbe questo per confermare l’assoluta necessità di ammodernare la dotazione infrastrutturale del paese e proseguire con convinzione lungo la via delle grandi opere.

Le infrastrutture sono indispensabili per aumentare la competitività e migliorare la qualità della vita.

Avanti allora con i cantieri: trovando al più presto i finanziamenti per la Tav Milano-Venezia, per il terzo valico Genova-Milano e per l`ammodernamento dell`autostrada Salerno-Reggio Calabria. Perché cittadini e imprese sono stanchi di aspettare.

 

tratto da il Sole 24 Ore del 23 giugno 2009