CIPE

image_pdfimage_print

CIPE

In occasione della riunione del 26 giugno 2009, il Cipeha approvato il programma degli interventi finanziati con le risorse pubbliche messe a disposizione dal Governo per la realizzazione di infrastrutture nell`ambito della riprogrammazione dei fondi Fas e del decreto anticrisi (Dl 185/2008).Il programma, denominato “Piano delle opere prioritarie 2009“, ha un valore complessivo di circa 11.246 milioni di euro e comprende l`elenco degli interventi, raggruppati in 11 grandi categorie, di cui sono previsti l`approvazione ed il finanziamento da parte del Cipe nel corso dei prossimi mesi.All`interno di questo programma e` previsto in particolare il finanziamento di un Piano di opere medio-piccole per un importo di 825 milioni di euro.
Dall`analisi degli esiti della riunione del Cipe risulta che il “Piano delle opere prioritarie“ si configura come uno stralcio degli interventi piu` urgenti del programma della Legge obiettivo che fissa la programmazione dei prossimi mesi e, in parte, dei prossimi anni.Emerge anche che il Cipe ha deciso di concentrare i finanziamenti disponibili su interventi di grande dimensione finanziaria e che, per quanto riguarda la programmazione degli interventi da realizzare nel Centro-Nord, la maggior parte dei finanziamenti pubblici si trova concentrata in un quadrante geografico delimitato a nord alle citta` lombarde di Varese, Como, Lecco e Bergamo, a est da Brescia e Parma, e a sud dalle citta` ligure di Genova e La Spezia.
Sulla base del piano di opere approvato il 26 giugno, il Cipe dovra` procedere all`assegnazione formale dei fondi ai singoli progetti in occasione delle prossime riunioni, man mano che verranno presentati i progetti per l`approvazione tecnico-finanziaria.Tra dicembre 2008 e giugno 2009 alcuni progetti sono pero` gia` stati formalmente finanziati dal Cipe. Ad oggi, 1,76 su circa 11 miliardi di euro risultano formalmente assegnati a singoli progetti infrastrutturali.

Se con le ultime decisioni del Governo, sono state chiaramente individuate le priorita` infrastrutturali, occorre quindi che vengano ora formalmente assegnate tutte le risorse e che siano attivati gli interventi ed in particolare che sia approvato ed attivato il Piano di opere medio-piccole immediatamente cantierabili.

Nota Ance n 934