Tracciabilita` del flussi finanziari

image_pdfimage_print

Tracciabilita` del flussi finanziari

Nota Ance 15/11/2010   n.1818Sulla Gazzetta Ufficiale del 12 novembre u.s., e` stato pubblicato il decreto legge contenente, fra l`altro, disposizioni interpretative e modificative dell`art. 3 della legge del 3 agosto 2010, n. 136 in materia di tracciabilita` dei flussi finanziari (D.L. 12 novembre 2010 n. 187, artt. 6 e 7).

In merito ai contenuti, si richiama quanto anticipato con la news ANCE n. 1760 del 5 novembre u.s., sulla base del testo sottoposto all`esame del Consiglio dei Ministri.

Vi e`, pero`, una modifica, molto importante, in relazione alla conseguenze della violazione degli obblighi di tracciabilita`.

Mentre, infatti, nel testo entrato al Consiglio dei Ministri, qualsiasi violazione di detti obblighi determinava la risoluzione di diritto del contratto, nel testo approvato e pubblicato in Gazzetta, questa grave sanzione civilistica viene ricollegata esclusivamente al “mancato utilizzo del bonifico bancario o postale ovvero degli altri strumenti idonei a consentire la piena tracciabilita` delle operazioni“, cioe` alla forma piu` grave di inadempimento.
Con cio`, evidentemente, il Consiglio dei Ministri ha accolto le istanze di Ance e Confindustria che chiedevano una gradualita` delle sanzioni ed il rispetto del principio di proporzionalita`.
Il decreto legge e` entrato in vigore il 13 novembre u.s. ed e` stato presentato alle Camere per la conversione in legge.