Dal CIPE priorità alle opere medio piccole

image_pdfimage_print

Nota Ance n.54

Il CIPE del 20 gennaio 2012 ha confermato finanziamenti a favore di progetti, principalmente di dimensione medio-piccola, che possono stimolare la crescita ed avere un ritorno immediato sull`economia e ha dato, in questo senso, un segnale molto positivo di attenzione alle proposte formulate dal sistema delle costruzioni,

Da un lato, infatti, il CIPE, recependo i contenuti di provvedimenti (Manovre d`estate 2011) approvati prima dell`insediamento del nuovo Governo, ha definanziato circa 6,4 miliardi di euro di investimenti infrastrutturali previsti nell`ambito del Piano Cipe delle opere prioritarie.

Dall`altro, il CIPE ha confermato finanziamenti a favore di opere di rapida cantierizzazione e di dimensione medio-piccola, con particolare riferimento all`edilizia scolastica (951 milioni di euro complessivi) ed il rischio idrogeologico (1.194 milioni di euro complessivi), ed ha assegnato nuove risorse per interventi medio-piccoli di manutenzione ferroviaria (600 milioni di euro) e di sviluppo dei territori del Centro-Nord (492 milioni).

In allegato sul portale ANCE www.ance.it e` disponibile il documento del Centro Studi dell`Ance sulle decisioni assunte dal CIPE il 20 gennaio 2012 e la tabella dei finanziamenti opera per opera.