SISTRI: le nuove date di entrata in vigore

image_pdfimage_print

Nota ANCE

Il decreto con cui vengono individuate le nuove modalità di funzionamento del Sistema di tracciabilità dei rifiuti – SISTRI è stato diramato, dal Ministero dell’ambiente nel proprio sito istituzionale e sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dopo la registrazione da parte della Corte dei Conti.

In sintesi i principali contenuti

Dal 1 ottobre 2013 il SISTRI sarà obbligatorio per i produttori di rifiuti pericolosi con >10 dipendenti, per le imprese di trasporto, di trattamento , intermediazione e commercio di rifiuti. Gli altri soggetti obbligati al SISTRI, ma che non rientrano in tali categorie, potranno già dal 1 ottobre aderire volontariamente.

La verifica dei dati comunicati precedentemente al SISTRI dovrà essere effettuata tra il 30 aprile e il 30 settembre 2013.

Dal 3 marzo 2014 il SISTRI sarà obbligatorio per i produttori di rifiuti pericolosi con < 10 dipendenti, per gli altri enti ed imprese obbligate.

La verifica dei dati comunicati precedentemente al SISTRI dovrà essere effettuata tra il 30 settembre 2013 e il 28 febbraio 2014.

– I soggetti che non sono mai stati iscritti al SISTRI, ma che per effetto dell’attività attualmente svolta nel settore della produzione e gestione dei rifiuti lo dovranno fare entro uno dei termini sopra indicati.

– Quota annuale di adesione al SISTRI: per i soggetti iscritti alla data del 30 aprile 2013 nessun versamento sarà dovuto per il 2013

– Le sanzioni degli articoli 190 (tenuta del registro di carico e scarico) e 193 (trasporto dei rifiuti) del decreto legislativo 152/06 si applicheranno sino al trentesimo giorno successivo alla data di operatività individuata a seconda dell’attività esercitata (1 ottobre 2013 o 3 marzo 2014).

Telefono: 0684567294 E-Mail: MercatoPrivato@ance.it


Nota ANCE 5 aprile

Il Sistema di tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) diventerà operativo dal 1° ottobre 2013 per i produttori di rifiuti pericolosi con più di 10 dipendenti e per gli enti e le imprese che gestiscono rifiuti pericolosi, mentre per tutte le altre imprese l’avvio del sistema è fissato per il 3 marzo 2014: è quanto ha affermato il Ministro dell’ambiente con un comunicato stampa.

Le nuove date per l’operatività del Sistri dovrebbero essere contenute in un apposito decreto del ministero dell’Ambiente, di prossima emanazione, nell’ambito del quale, tra l’altro, dovrebbe essere stabilita anche la sospensione del pagamento dei contributi di iscrizione al sistema per tutto il 2013.

Il Ministro ha spiegato che la nuova proroga del Sistri e soprattutto l’avvio scaglionato in due distinte fasi a seconda della tipologia dei rifiuti è finalizzata “a consolidare la collaborazione con le imprese coinvolte e ad eliminare le pesantezze burocratiche ed amministrative che sono state avvertite come un limite del progetto.

In particolare,dal 30 aprile al 30 settembre 2013 si svolgeranno le procedure di verifica per l’aggiornamento dei dati delle imprese per le quali il sistema partirà ad ottobre, mentre dal 30 settembre al 28 febbraio 2014 sarà effettuata analoga verifica per tutte le altre imprese.

Al riguardo, si ricorda che in base all’art. 52 del d.l. 83/2012 scadrebbe il 30 giugno 2013 il termine ultimo per la partenza definitiva del Sistri, in attesa dello svolgimento delle necessarie verifiche amministrative e funzionali del sistema stesso.

per informazioni rivolgersi a:
ANCE NAZIONALE | Segreteria Direzione Legislazione Mercato Privato
Telefono: 0684567294 E-Mail: MercatoPrivato@ance.it