Un convegno per il futuro

image_pdfimage_print

Far crescere qualitativamente e quantitativamente l’Associazione, per consentirle di rappresentare al meglio tutta la categoria: questo l’obiettivo di AIF.


In quest’ottica, AIF mantiene stretti contatti con i propri associati, creando occasioni d’incontro e di dialogo con loro e con tutti gli operatori del settore.
Il Geofluid, la mostra internazionale delle tecnologie e attrezzature per ricerca, estrazione e trasporto dei fluidi sotterranei, costituisce in questo senso un’occasione imperdibile.
Ecco perché, in collaborazione con ANISIG -Associazione Nazionale Imprese Specializzate in Indagini Geognostiche- AIF ha organizzato, in seno al Geofluid, un convegno con l’obiettivo di fare il punto su ruolo e prospettive di sviluppo delle imprese specializzate nelle indagini geognostiche e nei lavori nel sottosuolo, e di individuare le possibili soluzioni normative alle problematiche specifiche che oggi caratterizzano il settore.
Il convegno “Siamo fondamenta…li” si è tenuto il 9 ottobre alle 9.30 e, oltre alla partecipazione dei Presidenti delle due Associazioni promotrici, il cav. Cesare Trevisani e l’ing. Mauro Buzio, ha visto lo svolgersi di alcuni interventi tecnici a cura del Prof. Clayton, che ha trattato la materia della gestione dei rischi geotecnici, e dell’avvocato Galli che ha approfondito il sistema normativo attuale.
La vivace tavola rotonda che ha seguito le relazioni tecniche, cui ha preso parte l’ingegner Giuseppe Calcerano, Capo Struttura Tecnica di Missione del Ministero delle Infrastrutture, ha offerto nuovi spunti di riflessione utili a tutto il comparto. Moderatore del dibattito è stato il giornalista Carlo Francou, mentre le conclusioni sono state affidate al cavalier Cesare Trevisani, presidente AIF.