Opere pubbliche e ruolo del subappalto: a Piacenza il convegno di AIF

image_pdfimage_print

Con questo convegno l’AIF ha voluto dare un contributo concreto, in termini di informazione e riflessione, a una migliore conoscenza dell’istituto del subappalto nei lavori pubblici.
Uno strumento irrinunciabile che, specie nei lavori ad alta specializzazione, consente alle imprese di costruzione di ottimizzare le risorse e garantire un’elevata qualità delle prestazioni, e che invece troppo spesso viene ingiustificatamente “criminalizzato” e percepito con diffidenza.
Superare pregiudizi e luoghi comuni in materia di subappalto e, al tempo stesso, individuare i principali nodi da sciogliere per porre fine ai fenomeni distorsivi che oggi rischiano di compromettere il corretto funzionamento del mercato delle opere pubbliche superspecializzate, sono stati i principali obiettivi dell’incontro.
Alla relazione di apertura del Presidente Cesare Trevisani, è seguita una tavola rotonda, moderata dalla giornalista di Italia Oggi Simonetta Scarane, alla quale hanno partecipato il vicepresidente dell’AIF Francesco Bellone; Mario Lupo, presidente dell’AGI (Associazione Imprese Generali) e vicepresidente Ance; Tommaso Foti e Tito Iannuzzi, rispettivamente vicepresidente e componente della commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera; Guido Moutier, componente del consiglio dell’Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici; Mauro Macchiesi, segretario nazionale della Fillea-Cgil e Anna DAnzi, rappresentante della Finco (Federazione industrie prodotti impianti e servizi per le costruzioni).

Per maggiori approfondimenti è possibile leggere e scaricare la relazione di apertura del Cav. Trevisani.