Dissesto Italia: Salviamo il territorio

image_pdfimage_print

logo_dissesto_italia

In 12 anni 328 persone hanno perso la vita per frane e alluvioni e i numeri sono in continua crescita, solo nei primi 20 giorni del 2014 ci sono stati 110 eventi di dissesto, secondo gli ultimi dati del rapporto Ance Cresme.

È per trovare una soluzione a questa emergenza che Ance, Architetti, Geologi e Legambiente hanno unito le forze promuovendo il webdoc #dissestoItalia ideato e realizzato insieme a Next New Media. Una raccolta di analisi, dati, video e immagini frutto di un reportage di 3 mesi attraverso i luoghi più colpiti nel Paese presentata oggi al Tempio Adriano a Roma.

Imprenditori, professionisti e ambientalisti lanciano un appello ai presidenti della Repubblica e del Consiglio per un’azione immediata contro il dissesto idrogeologico. “E’ necessario un grande piano di prevenzione e di messa in sicurezza del territorio da realizzare entro l’anno” dichiarano i presidenti Buzzetti, Freyrie, Graziano e Cogliati Dezza.

Il presidente dell’ Ance ha puntato il dito contro quello che fino ad adesso non ha funzionato: “è assurdo che con 1,6 miliardi di fondi stanziati da più di quattro anni non sia possibile stilare un elenco di opere necessarie e avviare procedure di gara trasparenti. Questo si potrebbe fare in due settimane.

Ha preso parte alla presentazione del reportage anche il ministro dell’ambiente Andrea Orlando, “Nel patto di governo – ha dichiarato – Letta mi ha chiesto di indicare il problema numero uno e per me è stato facile rispondere: il dissesto idrogeologico. Entro marzo – ha annunciato – conto che venga istituita una ‘Banca per la programmazione nazionale‘ che contenga le opere immediatamente cantierabili pù urgenti indicate dalle Regioni”.

www.dissestoitalia.it

Articoli correlati

Maggiori informazioni su portale ANCE